Notizie-News

Da EU wiki.
Versione del 6 giu 2019 alle 21:12 di Andrea (discussione | contributi) (21 apr. 2019)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

21 apr. 2019[modifica]

Earth.jpg Document-pdf.svg Carole Cadwalladr -- Perché Facebook minaccia la democrazia
Carole Cadwalladr

Carole Cadwalladr, la cronista dell'Observer che ha scoperchiato lo scandalo di Cambridge Analytica, ha spiegato al TED di Vancouver come i social hanno influito sulla Brexit. E come stanno minando le democrazie di tutto il mondo.
"Facebook, stavate dalla parte sbagliata della storia in questa vicenda. E lo siete quando vi rifiutate di dare le risposte che ci servono. Ed è per questo che sono qui. Per rivolgermi a voi direttamente, dei della Silicon Valley... Mark Zuckerberg... E Sheryl Sandberg, e Larry Page e Sergey Brin e Jack Dorsey, ma mi rivolgo anche ai vostri dipendenti e ai vostri investitori.
La nostra democrazia è in crisi, le nostre leggi non funzionano più, e non sono io a dirlo, è un report del nostro parlamento ad affermarlo. Questa tecnologia che avete inventato è meravigliosa. Ma ora è diventata la scena di un delitto. E voi ne avete le prove. E non basta ripetere che in futuro farete di più per proteggerci. Perché per avere una ragionevole speranza che non accada di nuovo, dobbiamo sapere la verità.
Quello che sembrate ignorare è che questo storia è più grande di voi. È più grande di ciascuno di noi. E non riguarda la destra o la sinistra, il Leave o il Remain, Trump o no. Riguarda il fatto se sia possibile avere ancora elezioni libere e corrette."

12 mar. 2019[modifica]

Earth.jpg Document-pdf.svg Antonio Villafranca -- Accordo Brexit: per Westminster è no. E ora? "Il Parlamento inglese ha detto no anche all’ultimo tentativo della premier Theresa May di salvare l’accordo con l’Ue dopo alcune concessioni ottenute l’11 marzo da Bruxelles. Un accordo che il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ritiene ormai non più modificabile, non solo per una questione di indisponibilità da parte dell’Ue ma anche perché la data di Brexit (29 marzo) è dietro l’angolo.

Quali opzioni ha adesso a disposizione il governo May? Perché le concessioni in extremis di Bruxelles non sono bastate? Fino a che punto il Governo May potrà rimanere in carica? Quali le conseguenze di una hard Brexit non solo per Londra, ma anche per i paesi Ue, Italia inclusa?" ©ISPI

4 mar. 2019[modifica]

Earth.jpg Document-pdf.svg Emmanuel Macron -- Per un Rinascimento europeo
Emmanuel Macron

"Cittadini d’Europa, se prendo la libertà di rivolgermi direttamente a voi, non è solo in nome della storia e dei valori che ci riuniscono. È perché è urgente. Tra qualche settimana, le elezioni europee saranno decisive per il futuro del nostro continente.
Mai dalla Seconda Guerra mondiale, l’Europa è stata così necessaria. Eppure, mai l’Europa è stata tanto in pericolo.
Siamo in un momento decisivo per il nostro continente; un momento in cui, collettivamente, dobbiamo reinventare politicamente, culturalmente, le forme della nostra civiltà in un mondo che si trasforma. È il momento del Rinascimento europeo. Pertanto, resistendo alle tentazioni del ripiego e delle divisioni, vi propongo di costruire insieme questo Rinascimento su tre ambizioni: la libertà, la protezione e il progresso."

10 febb. 2019[modifica]

Carlomagno.jpg Jacques Attali -- Quella nuova idea d’Europa che possiamo far nascere insieme "Il dibattito oggi non è più nazionale, ma europeo. E conviene far vivere questa Europa a cui il mondo deve tanto.

Tutta la mia vita si è nutrita di Italia: ne ho imparato la lingua molto presto, la sua letteratura mi ha sempre scombussolato (mi limiterò a citare Primo e Carlo Levi), la sua poesia non mi lascia mai (da Dante a Leopardi), il suo teatro è insuperabile (Goldoni e Pirandello), la sua scultura è fondatrice (dai romani fino a Cattelan, passando per il Bernini), la sua architettura (con Vasari e Renzo Piano), la sua filosofia (mi limiterò a citare Gramsci e Agamben), la sua musica è universale (da Scarlatti a Berio), la sua pittura, con mille nomi (da Giotto a Boetti) e poi il suo cinema (con mille nomi, da Visconti a De Sica). L’Italia è qualcosa di più di una nazione, è un’idea: una grandissima idea, universale, che vuole continuare a giocare un ruolo nella Storia del mondo. E innanzitutto nella Storia d’Europa.

La Francia, pur essendo una nazione da più di mille anni, è anch'essa un’idea. E nulla è più fecondo che quando l’idea-Italia e l’idea-Francia si alimentano a vicenda. È un'unione che ha regalato mille capolavori (che cosa sarebbe il Rinascimento senza l’incontro fra Leonardo da Vinci e Francesco I). È una cosa che può costruire l’Europa.

La risposta migliore che si possa dare alla situazione attuale, dunque, non è ammantarsi di un’indignazione reciproca, ma tendere la mano, dialogare, tra scrittori, intellettuali, artisti, imprenditori, studiosi, professori, medici, sindacalisti, partiti politici, associazioni, perché dalle nostre due idee-nazioni nasca finalmente una nuova idea, l’idea-Europa." ©La Repubblica

2 febb. 2019[modifica]

Immigrati.jpg L'intervento di Francesco Italia, sindaco di Siracusa, sul caso della nave per diversi giorni alla fonda davanti alla città siciliana. E che fin da subito si è schierato per l'accoglienza.

"La presenza della SeaWatch3 che con il suo carico di umanità ha accettato l’invito a trovare rifugio nei pressi della costa siracusana, ha acceso i riflettori sulla complessità del momento storico che ci troviamo a governare, lasciando un segno profondo nella nostra comunità. Non basta provare a fare il nostro dovere. Bisogna ritrovare i valori del nostro stare insieme e chiedere alla politica, tutta, uno sforzo di coesione e dignità. Invece di inventare ogni giorno nuovi nemici da combattere, proviamo a ritrovare insieme, in Italia come in Europa, il senso di quella fiducia che sta alla base di ogni relazione sociale." © La Repubblica

15 genn. 2019[modifica]

Earth.jpg Verso il voto a maggioranza qualificata La Commissione avvia il dibattito su una transizione graduale verso un processo decisionale più efficiente e democratico nella politica fiscale dell’UE - Oggi la Commissione ha varato il dibattito sulla riforma del processo decisionale in alcuni settori della politica fiscale dell'UE, che attualmente richiede l'unanimità fra gli Stati membri. Tale unanimità spesso non può essere raggiunta su iniziative fiscali cruciali, situazione che può comportare ritardi costosi e politiche subottimali.

14 genn. 2019[modifica]

Carlomagno.jpg Discover EU - Altri 14500 giovani esploreranno l'Europa Più di 14500 diciottenni, selezionati tra quasi 80000 candidati, si sono aggiudicati un biglietto DiscoverEU e potranno viaggiare per un massimo di 30 giorni tra il 15 aprile e il 31 ottobre 2019.